mercoledì 22 maggio 2024

Coniglietto di Aprile

Da schema "April" di Waxing Moon Deign

Lo confesso: lo avevo finito i primi giorni di Maggio, però non ho avuto tempo per pubblicarlo. Come dicevo a Susanna , sono molto lenta nel costruire un post: devo prima sistemare la foto, cercando di farla risultare meglio possibile, soprattutto per la luminosità, poi devo aggiungere la firma e infine inserirla nel post, nel quale inserisco anche tutta la parte scritta che leggo e rileggo cento volte e trovo sempre una parolina che suona male. Perciò quando voglio pubblicare qualcosa mi devo prendere un pomeriggio che so che non ho nulla da fare e che mi posso mettere tranquilla a smanettare sul pc. 

E quindi ecco il francobollo di Aprile: si tratta sempre della serie "Monthly Trios" ma gli schemi sono relativi ad "April, May, June" di Waxing Moon Design. Sto usando una Aida di lino 80 (20ct) colore naturale (raw). Come al solito, i fili sono DMC e, per la trama della stoffa, l'aghino è 28, ovvero uno di quelli che si spezzano più del pane. Ho provato a farlo ad un filo, ma si vedeva troppo la stoffa per i miei gusti, per cui ho optato per i due fili e crocette cicciottelle. 
Lo trovo veramente bellino, anche se devo ammettere che non sono molto convinta della scritta del mese fatta con il colore viola su un fondo celestino, che sono i colori scelti dalla designer dello schema. Me ne sono accorta mentre che lo stavo ricamando, ma non avevo voglia di disfarlo e ricominciare con due colori diversi.

Ho accompagnato il francobollo con una coroncina di fiorellini che avevo comprato anni fa ad una sagra/festa dal sapore celtico che facevano da queste parti, quasi ogni estate, per 4 giorni, fin dai primi anni 2000. Era divertente, c'era musica allegra, danze irlandesi e stand che vendevano oggetti artigianali in cuoio, abiti (bruttini), coroncine di fiori da mettere subito per entrare nell'anima della festa, statuine di personaggi della mitologia e delle favole (gnomi, fate, ecc...), libri, ciondolini, collane e altri oggetti vari. Ovviamente non mancavano stand di birra, salsicce, patate fritte, idromele e panini e, da quanto ho visto sul loro sito in merito all'edizione 2023, anche cosplayer. Ho assistito all'esibizione di arpisti bravissimi, ed io adoro il suono dell'arpa, ma c'erano anche gruppi un pò più celtic rock e cornamuse. L'anno scorso fu l'ultima edizione definitiva, alla quale purtroppo non sono potuta andare nemmeno una sera. Che peccato. Sono cambiate o finite tante, troppe, cose negli ultimi anni. Un sacco di negozi che erano nella mia strada da una vita hanno chiuso (anche la merceria di cui ho già parlato). Ieri sera sono andata da un fotografo per farmi la foto per il rinnovo della carta d'identità e ci ho trovato un calzolaio. Ci sono momenti in cui ho come l'impressione che sia finita un' "era", e ne stia inziando un'altra, che, a guardare le notizie in tv, non promette bene. O forse sono solo strascichi dell'era che finisce. Io cerco di guardare avanti con speranza. 

mercoledì 1 maggio 2024

Francobollo di Marzo e buona fortuna

"March", schema di Waxing Moon Desing


Non mi sono ancora rimessa completamente in pari con il periodo mensile effettivo attuale, ho appena iniziato il coniglietto d'Aprile, ma ho finito anche il simpatico folletto della fortuna irlandese che porta trifogli e buona sorte nel mese di Marzo, appena stirato ieri sera prima di andare a dormire.
E' l'ultimo francobollo della prima serie di tre schemi di Waxing Moon Design, "Monthly Trios - January, February, March" e questo è, ovviamente Marzo. 
L'ho eseguito su tela Aida 44 (14ct) color Vintage Thè, fili DMC e aghino 26. E' una tela di quelle che sembrano un pò sporche, uno scampolino di stoffa che anni fa mi mandò Casa Cenina in regalo insieme ad un ordine che avevo fatto. Nello schema ci sono delle spiraline a punto scritto bianche vicino ai trifogli, ma su questa stoffa erano invisibili e così me le sono un pò reinventate facendole a punto croce.
Non è simpatico questo Irish Leprechaun?




Come dicevo nel post precedente, è il custode della pentola di monete d'oro che sta alla fine dell'arcobaleno. La smeraldina e magica Irlanda è intrisa di leggende e miti incantevoli. Perciò ho presentato questo mio ricamo insieme alla statuina e alla calamita da frigo che rappresentano questo allegro personaggio. Eccoli qua paffuti e sorridenti che si perdono le monete dal pentolone. Quello sulla calamita è anche un pochino ubriaco secondo me, dato che stringe in una mano l'immancabile pinta di birra. Li ho acquistati nel 2009 durante un bellissimo viaggio in quella terra piovosa ma da fiaba, tra boschi, cascate, scogliere, antichi siti preistorici famosi nel mondo, e infine, un vagabondare tra castelli leggendari, villaggi colorati con i tetti delle case coperti di paglia e antiche abbazie, spesso abbandonate ma molto suggestive. Un viaggio che non potrò mai dimenticare. 

Lascio qui una foto di una di quelle abbazie, diroccata e abbandonata in mezzo a quei prati verdeggianti sconfinati, lontana da tutto, sotto un cielo plumbeo che, come diceva Fiorella Mannoia nella sua celebre canzone "si apre e si chiude al ritmo della musica" (canzone "I cieli d'Irlanda"). Nel silenzio e nel fruscio dell'erba che dondolava al vento, sembrava di sentire ancora le parole sussurrate, le preghiere dei monaci, e il suono di piccole campane.  
Buon primo Maggio!