mercoledì 19 ottobre 2022

Foglie morte



La Natura si appresta a prepararsi per il suo riposo, ma lo fa, direi, con i fuochi d'artificio, anche se sono fuochi silenziosi, i cui unici rumori sono quello del vento che fa cadere le foglie e lo scricchiolio di quel morbido tappeto ambrato sotto ad ogni passo.
Onestamente anche io mi sento come la Natura, ovvero, bisognosa di dormire qualche ora in più e durante il giorno mi sorprendo spesso a sbadigliare. 
Stavo rileggendo i post degli ultimi due anni, e ho notato che ogni tanto torna un concetto: "saranno mesi difficili". Questa volta ho deciso che non voglio pensarlo più. Sarà quel che sarà. 
Come quelle foglie andrò dove mi porta il vento, ma sempre con la gratitudine verso quello che di buono esiste, e nel ricordo di coloro che non ci sono più, ai quali mando luce, amore e riconoscenza per quello che mi hanno dato, per quello che mi hanno insegnato, e per lo sguardo benevolo che mi rivolgono. Spero di agire sempre in modo che possano essere fieri di me. 
C'è bellezza nel mondo e lì deve cadere il mio sguardo.

Con il Novembre, che si avvicina veloce, si entra nel periodo più buio dell'anno (in senso fisico), che ci accompagnerà fino a dopo l'Epifania. Eppure quelle lunghe notti possono aiutarci a vedere ciò che nella bellissima ma spesso troppo abbagliante luce del sole non si può distinguere e acquisire una chiarezza che prima non c'era, trovare ispirazioni, riscoprire piccole aspirazioni e desideri che i casi della vita hanno nascosto, capire se c'è qualcosa che deve cambiare e come deve cambiare. Auguro a tutte/i voi che siano giorni bellissimi, anche quelli dedicati al ricordo di coloro che hanno lasciato questo mondo e a cui volevamo bene. ❤

Intanto, in questo tripudio di sfumature tra il giallo e il rosso, con qualche tono di verde ingrigito che fa da contrasto, mi avvio verso l'inverno e le lucine delicate del Natale con l'intento unico di un vivere semplice, come mi aveva iinsegnato mia nonna, facendo sempre il meglio che posso.
In fondo comincio ad essere un filino agè, e questa stagione decadente un pò mi somiglia. A una certa età però si possiede un vantaggio: anche se con tante idee in testa e la volontà, unita alla speranza, di realizzarne almeno qualcuna, si ha la serenità di chi sa che non deve dimostrare più niente a nessuno. 😊


Il bosco, il mio luogo dell'anima

28 commenti:

  1. Erano mesi difficili e li hai superati bene tutti, eh? Anche quelli che verranno, li supererai facilmente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo sono stati per tutti, e i venti del futuro non sono rosei, ma andrà come andrà. Mi concentro sul presente. Anche tu cara Irene hai avuto momenti molto duri, e sei stata forte. Grazie, e ti mando un abbraccio.

      Elimina
  2. Giusto riposare un po' di più e coprirsi meglio come fa la natura con le foglie cadute. Particolare: tempo fa una bloggers sapendo dei miei piedi marmati mi mandò un paio di casini x la notti con tanti elefantino ricamati che ancora conservo
    Mi commossi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bel pensiero ha avuto quella bloggers, è una bellissima cosa il fatto che che li conservi con il ricordo di quella commozione.

      Elimina
    2. Cara Rossella Chi fa da sé fa per tre e la mia aiuola è veramente lasciami dire molto bella Spero che quelle piante crescano bene si sentano al loro agio e se stanno bene loro Sto bene anch'io buona serata

      Elimina
  3. Bello e delicato questo tuo post ! Anch'io sono un poco age' e sono convinta di non dover dimostrare più niente a nessuno. Sono in pensione, ho fatto l'insegnante per tanti anni, ho sempre cercato di fare del mio meglio. Ora mi godo questo periodo della vita, cercando di essere serena e di apprezzare le piccole cose , che prima, magari, non notavo. Verranno i mesi freddi, starò volentieri in casa più a lungo, leggerò, magari ricamero' , aspetterò Natale con la dolcezza di sempre , anche nel ricordo dei miei cari che non ci sono più. Ciao, ti auguro una buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mirtillo, e fai bene a prenderti tutto il tempo per goderti il meglio che la vita ti offre. W le signore agè 😀.
      Un caro saluto e felice giornata a te

      Elimina
  4. Grazie per essere passata , W le signore agè e buon week end !!

    RispondiElimina
  5. La natura sa dare sempre uno spettacolo magnifico e queste immagini autunnali ne sono la prova tangibile. Se vuoi ti aspetto anche sui miei due blog. Tizyana

    RispondiElimina
  6. Molto bello e calzante il racconto che fai di questa stagione. E vedo con piacere che anche tu, come faccio io da tempo, scrivi Natura con la enne maiuscola.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alberto.
      Assolutamente sì se per natura intendo Madre Natura. 😉

      Elimina
  7. Grazie per essere passata, ti auguro un buon mese di novembre. Saluti cari

    RispondiElimina
  8. Una consapevolezza che ho, è che la vita è breve e non posso e non voglio passare i miei giorni pensando ai mesi che verranno, a quanto potrebbe essere difficile, a quanto lo è stato fino ad ora, voglio godermi ogni attimo, voglio dedicarmi alle cose belle e regalare sorrisi a quante più persone incontrerò, e questi colori,che vedo dalle tue immagino bellissimi come sempre, mi ricordano che le piccole cose ci fanno stare bene, e ti auguro di stare bene e di trascorrere serenamente i mesi avvenire

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio molto Angela per l'augurio e queste tue bellissime parole

      Elimina
  9. Grazie per essere passata, ti augurio una buona domenica.

    RispondiElimina
  10. Tutto vero! Infatti quello che mi manca di più è il cambio di stagione, sono una decina di anni che non lo provo, prima in Brasile e ora qua! Per carità, bello che sia sempre tutto verde col cielo azzurrassimo, ma alla lunga la calma e dell'autunno a volte mi manca! Dai, il colore autunnale è di quanto più bello possa vedersi!
    Ora sono in maglietta e calzoncini corti, il cielo è turchese ma, siccome non piove,il colore del panorama è di varie tonalità di beige! Inutile che mi lamenti, così è!
    Ciao Raggio di Sole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Sara. 😀
      Non so come fai! Dovessi stare in clima estivo di questi tempi mi verrebbe l'orticaria, già quest'anno per me l'estate è durata anche troppo.

      Elimina
    2. Lascia stare.... Quest'anno ho pensato che sarei impazzita! 44° con l'umidità al 70% ho creduto davvero di soffocare!
      Senza contare che l'orticaria cronica ce l'ho davvero, ti lascio immaginare! 😂
      Ora si sta bene, 26 grazie di giorno e 15 di notte, ci farei una firma!
      Chissà se rivivrò le stagioni visto che non è previsto il ritorno in patria... Vabbè, prendiamo ciò che viene, ma un estate come quella appena passata, che l'universo sia clemente... per cortesia!!

      Elimina

      Elimina
    3. Mamma mia!! Con la mia resistenza al caldo io sarei morta. E comunque anche qui siamo arrivati ben sopra i 40° umidi, difatti son stata malissimo.

      Elimina
  11. Per fortuna è davvero arrivato l'autunno. Questo clima così cambiato mi destabilizza molto, mentalmente e fisicamente. Io sono amante della primavera ma devo dire che anche l'autunno ha il suo fascino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Elena, destabilizza tutti fare il bagno in mare a novembre come si vedeva anche in TV. Temo che dovremo abituarci.

      Elimina